L’area ex Copernico va ripulita

IMG_20150621_141120

Calcinacci, sedie, birre, guanti di gomma, calzini, scatole di plastica, un carica batterie del cellulare e se continuavo a cercare sicuro ci trovavo pure un topo morto. Anzi, un piccione morto. Sarebbero stati loro infatti a veicolare sui bambini del castiglioni le zecche.

Ora l’area è stata bonificata. Il Comune si è sobbarcato le spese anche per la Provincia, disinfestando oltre all’asilo (di sua competenza), la zona dell’ex Copernico abbandonata da tempo (che dipende dalla provincia appunto). Tutto risolto? Non direi.

Sono andata a vedere di persona in che condizioni è oggi l’area ex Copernico, bonificata, ma senza sfalcio dell’erba. Ed ecco cosa ho trovato. Il posto si presenta così (il cancello è aperto e chiunque può entrare)

IMG_20150621_142632

Dentro sembra una giungla e l’erba se è mai stata tagliata, risale al giurassico. Rovi e felci coprono non so quali bestie. I bambini a scuola raccontano con gioia di aver visto la casetta dei topi. Non è un caso.

Tra le erbe e il cancello, ci sono gentili depositi di cittadini, che a definirli tali ci vuole fantasia.

IMG_20150621_141838

IMG_20150621_141808

Il tutto a pochi metri dall’asilo. Ora. Se è vero come ci hanno detto che le zecche sono di piccione, non mi sento di fare un azzardo nell’ipotizzare che lì sotto ci sia qualche carcassa morta. La possiamo togliere di grazia? Possiamo ripulire la zona, visto che a settembre i nostri figli torneranno in quelle aule?

IMG_20150621_142046

Per un attimo ho anche pensato che sarebbe stato carino fare un happening. Coinvolgere i genitori e fare in modo che loro pulissero la scuola dei loro figli. Adesso ragioneremo tra mamme e papà. Però a caldo, una cosa mi va di dirla: può un cittadino che paga il 40% di tasse allo stato, passare il week end a togliere carcasse di piccioni morti nei giardini abbandonati? No perché finché si tratta di portarsi la carta igenica in classe o una risma di fogli per la stampante, posso anche provvedere. L’idea di coinvolgere le famiglie in progetti di partecipazione attiva è lodevole. Ma questo mi sembra onestamente troppo… a meno che non ci riduciate le tasse ovviamente 🙂

Non sono ansie di genitore, nè polemiche per il piacere di farle. A me sembra buon senso. Anche per questo garantisco che a settembre, all’apertura delle scuole, le mamme connesse saranno in prima linea a vedere in che condizioni sarà quell’area. Pronte a far battaglia se, come è ampiamente prevedibile, tutto rimarrà immutato. Nel silenzio generale… Fino alla prossima zecca sui nostri bambini, ovviamente. E fino alla prossima denuncia dei giornali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...