0

Buone vacanze :-)

giochi-bambini-spiaggia-e-3

Ragazze/i scusate la latitanza. Ma con le vacanze anche il blog si riposa un pochino. ci perdonate vero? Torneremo più fresche di prima, promesso!

BACI BACI BACI

Annunci
1

Che calore… eventi per il week end

Ragazzi a luglio, col bene che gli voglio… meglio non dire. Me ne starei tutto il giorno in casa abbracciando il condizionatore. Ma non si può. Quindi… tutti in piscina a rilassarsi…

11745440_10153037250262291_8184007474841192605_n

A parte gli scherzi: per chi vuole domani per tutto il giorno al centro culturale la mongolfiera si festeggia con i bimbi la fine del Ramadan

11702840_719835991455657_7320134664669712356_n

Altri eventi non mi risulta che ci siano.Ma se ci sono segnalateceli! un bacio grande a ognuno di voi

let’s dance… 🙂

1

Mamma li pidocchi!

bambini-pidocchi_-460x250

Ragazzi, ci siamo. Sono arrivati. Prima o poi doveva accadere. Siamo circondati. Tutti coinvolti: i pidocchi sono tra noi! Trattati e ritrattati. Forse ripuliti, si spera. Ma sono passati 5 giorni e domani rifacciamo tutti il trattamento. Intanto non si contano i giri di lavatrici con lenzuola, federe, salviette salviettine, salviettone, magliette magliettine, maglioni… tra un po’ mi ci infilo anche io in lavatrice. Mi basta pensarci e inizio a grattarmi la testa, le gambe, le braccia. Orrore.

Per debellarli ho già devoluto mezzo stipendio in farmacia per pettinini in plastica, in metalli, shampi, oli secchi e chi più ne ha più ne metta. Mi dite il prodotto migliore in base alla vostra esperienza? Li avete debellati al primo colpo?

2

Un week end all’insegna del teatro

11576_3_cappuccetto_ross

Ciao a tutti! Per questo week end ho una sola proposta da suggerirvi e si chiama In scena veritas!

Sarà presente nell’ambito di Molecole festival con una serie di appuntamenti per i bambini. A partire da venerdì pomeriggio

venerdì 10, alle 18 c’è infatti LA VERA STORIA DI CAPPUCCETTO ROSSO

sabato 11, sempre alle 18 UN TOPINO IN LIBRERIA

Se volete godervi i concerti al Castello, le ragazze di In scena veritas saranno poi presenti  in uno stand per chiacchierare e informarvi sui loro corsi di teatro.
Domenica invece per chi vuole andare in Oltrepò, a Fortunago – il bellissimo borgo tra le colline che già da solo merita una gita – ci sarà CORA E L’ISOLA DEI PIRATI.
fortunago-img
Le piratesse, accoglieranno il pubblico in costume originale, accompagnate dalle note della loro musica coinvolgente! Truccheranno bimbi e bimbe da pirati e piratesse, faranno improvvisazioni ludiche sul tema, giochi e battaglie dei pirati e chi più ne ha più ne metta! E poi battaglia con pistole ad acqua (vi saranno fornite, ma chi le ha ne porti…e più ne avremo più ci divertiremo), e poi saranno allestite due piccole piscinette per rinfrescare i bimbi e farli giocare! A seguire, cena in piazza dalle ore 19.30 e poi musica dal vivo  (non è necessaria la prenotazione)

0

Vacanze in Valtellina con i bambini: tante attività e tanto fresco!

Fa caldo, caldissimo e noi Mamme Connesse si sogna la montagna. Se andate in Valtellina, eccovi una serie di proposte e attività per fare contenti i piccini. Escursioni tra fattorie didattiche, maneggi e parchi naturali; sciate  ad agosto e notti in rifugi. Insomma tante proposte che sicuramente entusiasmeranno i bambini.

A tu per tu con l’orso Orfeo e le simpatiche marmotte
La Valtellina è la terra dei parchi: oltre la metà del suo territorio accoglie, infatti, splendide riserve naturali. Presso l’Osservatorio eco-faunistico alpino dell’Aprica, situato all’interno del Parco delle Orobie Valtellinesi, i bimbi potranno tenere in mano un allocco, ammirare stambecchi, camosci, cervi, ermellini, falchi, galli cedroni e Orfeo, l’orso bruno di 25 anni che qui vive libero nel suo habitat naturale. I bambini che amano gli animali non possono poi non visitare il Parco delle marmotte a Chiareggio, in cui questi simpatici animaletti si lasciano avvicinare senza problemi e spesso vengono addirittura a mangiare vicino alle persone! (maggiori info su www.parcorobievalt.comwww.sondrioevalmalenco.it/06_sport/04_natura/marmotte.html).

 

Fare una passeggiata al fianco di un alpaca?
All’agriturismo didattico La bella vita a Piateda è possibile! Su prenotazione i bimbi, insieme a mamma e papà, potranno fare camminate a contatto con la natura, al passo con gli alpaca. Sono previsti quattro diversi itinerari con un livello di difficoltà crescente: da una tranquilla escursione di 40 minuti alla possibilità di trascorrere molte ore all’aria aperta, pranzando al sacco o in un rifugio. Al ritorno dalla passeggiata, grandi e piccini potranno recuperare le energie gustando una merenda a base di mirtilli e succo di mela (per info e prenotazioni: www.labellavitaalpaca.com).

Al galoppo nel Parco dello Stelvio 
In sella a bellissimi cavalli, che si possono trovare nei numerosi maneggi presenti nel territorio, è possibile partire alla scoperta della Valtellina da un altro punto di vista. Per chi si trova a Santa Caterina Valfurva, il maneggio La Fornace propone ai giovani cavallerizzi un’avventura indimenticabile: un’escursione lungo i sentieri del Parco Nazionale dello Stelvio. Per i piccoli fantini alle prime armi c’è, invece, la possibilità di seguire dei corsi specifici per principianti. Per maggiori dettagli:    www.santacaterina.it/it_bambini_famiglia_maneggio.aspx.

Tra le enormi ‘scodelle’ della Valchiavenna 
Sgambettando tra agevoli sentieri e mulattiere, i bambini potranno ammirare le strane forme delle rocce che si trovano nel Parco delle marmitte dei giganti a Chiavenna. Nel corso dei secoli, l’azione dell’acqua ha scavato e modellato questi massi, facendoli somigliare a enormi scodelle e a gigantesche pentole… ed è proprio da qui che deriva il curioso nome del parco!  (per info: www.valchiavenna.com).

Sugli sci anche in estate! 
Una discesa sulla neve anche in agosto? La sky area del Parco Nazionale dello Stelvio offre la possibilità di sciare anche da maggio a novembre. I maestri della Scuola di sci Pirovano, anche in questo periodo dell’anno, aiuteranno i più piccoli a muovere i primi passi sugli sci e i più grandi a migliorare la loro tecnica… senza ovviamente trascurare momenti di gioco e divertimento (per info: www.scuolasci.pirovano.it/home).


Per una notte all’insegna dell’avventura   
Dopo una giornata a contatto con la natura cosa c’è di meglio che rifugiarsi in una casetta tra le montagne? In Valtellina non c’è che l’imbarazzo della scelta tra più di 60 rifugi sparsi su tutto il territorio… un’occasione ideale per trascorrere una notte nel cuore della natura e per gustare alcuni dei prodotti tipici locali. I più dinamici potranno anche decidere di vivere una vacanza itinerante, passando da un rifugio all’altro (per un elenco dei rifugi: www.guidealpine.lombardia.it e www.rifugi.lombardia.it).

Un tuffo nella Preistoria tra le incisioni rupestri
A grandi e piccoli farà piacere tornare indietro di milioni di anni fino alla Preistoria! Dove? Nel Parco delle Incisioni Rupestri, situato tra i comuni di Grosio e Grosotto. Qui gli uomini primitivi, nel periodo compreso tra il tardo Neolitico e l’Età del Ferro, hanno inciso la Rupe Magna con graffiti che rappresentano forme antropomorfe, animali, figure geometriche, rastrelli e croci. Da non perdere assolutamente è la visita del parco al tramonto, quando la luce è perfetta per individuare meglio le incisioni rupestri. Gli appassionati di storia apprezzeranno anche i resti murari del Castello di San Faustino e del Castello Nuovo, che sorgono sulla sommità del colle che domina la Rupe Magna (per info e prenotazione delle visite: www.parcoincisionigrosio.org).

 

Percorsi avventurosi tra larici secolari        
Anche gli adulti possono tornare bambini al Larix Park di Livigno, un parco avventura in cui il divertimento è assicurato per tutti! La struttura comprende cinque percorsi fra gli imponenti larici secolari del parco, a diverse altezze: da quello fucsia, perfetto per i più piccoli, a quello nero che arriva fino a 17 metri di altezza. Con l’aiuto di funi, carrucole e liane, grandi e piccini in totale sicurezza potranno vivere un’esperienza fuori dagli schemi. Il divertimento è garantito anche per i bambini al di sotto dei tre anni che potranno svolgere attività e giochi adatti alla loro età in compagnia di Yepi, la simpatica mascotte del parco (per info: www.mottolino.com/it/estate/attivita/larix-park).

A breve su www.valtellina.it sarà disponibile una guida, Le avventure di Alex e Terry, con cui i bambini di ogni età potranno divertirsi a scoprire uno degli itinerari valtellinesi più belli: la Via dei Terrazzamenti. I più piccoli potranno farsi leggere le storie illustrate di Alex e del suo micetto, mentre i più grandicelli potranno apprendere storie e curiosità del territorio valtellinese.

By Mirella (da comunicato stampa Ufficio del Turismo Valtellina)

0

Weekend caldissimo, noi siamo al Lido! Domenica favola con ISV

149267730

Ciao a tutti, è in arrivo un caldissimo weekend… per difendersi, o almeno provarci, sabato pomeriggio le mamme connesse saranno al Lido dove, dalle 19, vi ricordiamo che si sarà un’apericena e un piccolo laboratorio di pittura dei sassi del fiume per i bambini. Qui trovate tutte le informazioni. Mi raccomando, se qualcuno vuole ancora iscriversi, mandateci una mail a mamme.connesse@gmail.com e diteci quanti adulti e bambini siete. Per l’apericena i grandi pagano 10 euro, i bambini 8, se sono sotto i 6 anni non pagano nulla.

Domenica pomeriggio, alle 16.30, invece, proseguono le Favole in cascina di Inscena Veritas. La compagnia teatrale propone per questo fine settimana la fiaba “Un amore di cucina” all’Antica Posteria dei Sabbioni di San Martino Siccomario. Seguirà un laboratorio “facciamo il pane” e merenda. Qui tutti i dettagli, le ragazze hanno segnalato che se il caldo sarà troppo intenso la favola si svolgerà all’interno.

Buon fine settimana a tutti!

0

Di autonomia, crescita e figli che “vanno”…

2015-05-11 05.43.16

Siamo a un’altra tappa. Il centro estivo. Da una scuola a un’altra, con maestri ed educatori diversi, nel giro di un giorno, così, che tanto ormai si può fare. Senza inserimenti, o altro. E pazienza se ti pare l’altro ieri che ancora te la portavi nel passeggino e ieri che ha finito il nido, con quell’aria buffa ancora quasi da lattante (capitemi…) e quel visino orgoglioso ritratto nella foto che mostra il “diploma” per accedere alla scuola d’infanzia. Della scuola d’infanzia, oggi, non abbiamo finito solo il primo anno, ma pure il secondo. Tra sei mesi dobbiamo scegliere la scuola primaria. La elementare, insomma. E il mese scorso ha fatto pure il saggio di danza, con entusiasmo e autonomia. Si è cambiata “da sola”, nello spogliatoio del Fraschini. Ed è scesa sorridente e felice, perfettamente in ordine. Non ci sarebbe troppo da stupirsi, lo so. Ha quasi 5 anni, caspita. Però a me questo loro percorso graduale ma continuo, e inesorabile, verso l’indipendenza, affascina da matti. E, con tempi e modi diversi, lo vedi in tutti, proprio tutti i bambini…

L’altro giorno scorrevamo insieme il cd della scuola con le foto dell’anno appena passato. Fai queste cose e ti rendi conto di quanto crescano, in soli pochi mesi. Perché giorno dopo giorno, presa dal delirio della quotidianità, lo realizzi sì e no. Poi la senti dire cose del tipo “Papà ma quel signore se aveva bisogno di soldi non doveva rubarti il computer. Doveva provare a cercare un lavoro, per guadagnare con onestà..” e bam, lo capisci. Lo capisci, che non c’è tempo da perdere. Che il tempo, quando e da quando ci sono loro, è davvero qualcosa di prezioso, nel senso pieno del termine. Per loro che sono immersi in quel magnifico e complesso processo che si chiama crescita e per te che hai la fortuna di vedere quel processo dipanato davanti ai tuoi occhi.

Sembro banale e stucchevole, lo so. Ma, ancora una volta capitemi… Quello piccolo – oddio pure lui adesso ha il visino meno tondo e le gambe più affusolate… ma non stava in carrozzina con la tutina blu l’altro giorno? – dicevo, quello piccolo, mi ha passato un virus letale per la gola che anche a fine giugno, non so come, ha tenuto banco nella sezione “medi-piccoli” del nido… quindi oggi mi sento così. Un po’ debole e con la voglia di condividere.

Stamattina ero lì a guardarla, in partenza davanti alla porta, con zainetto, cappellino, orgogliosa e felice della nuova avventura che stava per affrontare. Con le gambe un po’ più lunghe (non di molto né… che in questa famiglia non è che si sia altissimi), una struttura fisica e un’espressione diverse rispetto a quelle che aveva solo nella foto in braccio a Babbo Natale sei mesi fa. E con suo fratello che, dietro di lei come un’ombra, al solito, ripartiva entusiasta verso una mattina di nido dopo una settimana di malattia. Con passi sempre più sicuri e veloci.

Sono piccoli, ancora. Tanto. Ma non mi pare mai banale dire e ricordare a noi stessi che giorno dopo giorno lo sono sempre di meno.

Chiara