Bambini capricciosi sulla sedia del monello

Bambino-punizione-maestra-rimprovero-castigo

Ieri ho letto che in alcuni asili si usa ancora il metodo della “sedia del monello” come forma di castigo. Ci si siede il bambino disubbidiente. Quello che quando c’è da disegnare la mela rossa col pennello, non disegna come dovrebbe. Va a zonzo col pennello in mano, per intenderci.

Provo comprensione per la maestra che magari a un anno della pensione deve ancora gestire 30 bambini? Un po’ si. Detto questo trovo però migliorabile il suo metodo educativo. Trovo che mettere un bambino in castigo davanti a tutti su una sedia sia un po’ roba che è meglio non fare.

Penso a quanto è bella la libertà. A quanto è bello che un bambino la sperimenti. Penso che oggi il nostro sforzo di genitori debba essere quello di crescere figli consapevoli, capaci di essere liberi e autonomi, senza essere capricciosi. Figli che sappiano stare nelle regole, ma che si preparino all’affascinante arte di sovvertirle. Figli che vogliano cambiare le nostre regole, per superarci. Per essere migliori di noi. Figli che lo sappiano fare con intelligenza. Non con il ribellismo tanto per ribellarsi. Ma con un ribellismo strutturale. Un metodo critico. Quella capacità di uscire dal pensiero unico. Lo si impara da piccoli, credo. Io su quella sedia del monello sarei morta dentro. Di umiliazione, di vergogna, di insicurezza. Perché pensare di riservare a un bambino lo stesso trattamento? Davvero non c’è altro modo?

Non trovo immagine più efficace di questa per esprimere cosa intendo.

O dite che sono troppe astrazioni e una bella seduta nell’angolo rende la schiena più dritta? Sono curiosa di confrontarmi con voi: come la vedete?
Annunci

Una risposta a "Bambini capricciosi sulla sedia del monello"

  1. Troppe le maestre a un anno dalla pensione sia nei nidi che alle materne che dall’alto della loro esperienza ultra trentennale non ricordano che per i bambini sono i primi e unici tre anni di asilo e come erano loro nei loro primi tre anni di lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...